Errore sul database di WordPress: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql897707'@'62.149.145.216' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1600773037.8928940296173095703125', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Errore sul database di WordPress: [UPDATE command denied to user 'Sql897707'@'62.149.145.216' for table 'wp_options']
UPDATE `wp_options` SET `option_value` = '1600773038' WHERE `option_name` = 'et_schedule_clean_images_last_time'

Essere genitori al tempo del Coronavirus: smart working e figli - Studio Pedagogico ZeroCento

SMART WORKING E FIGLI
Un equilibrio precario! 🏡💼💻

Lo Smart Working si caratterizza per la sua flessibilità e in questo momento di emergenza tutti coloro che lavorano grazie all’utilizzo del pc sono impegnati a modificare i luoghi e gli orari della loro prestazione lavorativa. Una soluzione intelligente, direi! 💪
Allora stesso tempo, lavorare da casa ed essere genitori a tempo pieno, potrebbe essere anche molto stressante. 😱😆

Come coniugare Smart Working e genitorialità?

 Organizzare nuovi spazi e trovare un buon equilibrio tra gli angoli dedicati al lavoro e quelli riservati alla vita familiare;
 stabilire insieme al bambino le regole di utilizzo dei nuovi spazi (senza rigidità e con molta tolleranza perché tutti i cambiamenti richiedono tempo per essere accolti e metabolizzati) affinché possano essere soddisfacenti per tutti;
 spiegare al bambino che, sebbene non si stia andando in ufficio, questo non è un periodo di vacanza (anche se ora ci possiamo vedere di più e questo è bello come essere in vacanza!);
 creare per (e con) il bambino spazi accoglienti e funzionali per lo svolgimento dei compiti on-line e per il gioco (se gli spazi sono interessanti, forniti del necessario e pensati per favorire la sua autonomia, il bambino sarà molto impegnato nelle sue attività e ci saranno anche meno interruzioni nel lavoro degli adulti);
 separare il tempo di lavoro da quello dedicato alla famiglia (esempio: non pranzare davanti al pc, meglio staccare la spina e sedersi a tavola tutti insieme);
 per evitare brusche interruzioni durante un’importante telefonata di lavoro, stabiliamo insieme al bambino un “segnale” (esempio: poggiare un pupazzo sulle nostre gambe o vicino al pc) che ci permetta di comprendere che nostro figlio ha urgente bisogno di noi;
 concedersi, nell’arco della giornata, piccole pause di gioco con il bambino per ridere insieme e allentare le tensioni;
 ricordarsi che, in questo momento di criticità e riorganizzazione, è normale provare disagio e frustrazione… non c’è niente di male… respiriamo, domani andrà un po’ meglio!

Oggi è lunedì, pronti per ripartire?
🏡💼💻

Forza, #andràtuttobene🌈

The following two tabs change content below.

Silvia Spinosa

Pedagogista e Counsellor - Specializzata in Pedagogia Clinica